CORSO DI WUSHU TRADIZIONALE METODO XIU ZHEN DAO

Un’arte marziale può definirsi tale solamente quando diviene uno strumento per la crescita interiore del praticante, in cui la forma esterna si unisce al lavoro interno, al fine di ricongiungersi al dao.

Quando si pratica un’arte marziale, il nemico che si cerca di combattere non è colui che si trova davanti a noi, ma qualcuno che abita all’interno di noi: in questa dimensione concettuale, il tuo nemico principale sei tu stesso.

Durante questo percorso di formazione, ogni sconfitta si trasforma in presa di coscienza e in stimolo per migliorarsi: lo scopo è sempre quello di mettere in ordine ciò che internamente è in disordine.

Ogni forma di «arte» è un’espressione dell’anima: come poeti, scrittori, musicisti, pittori o scultori esprimono la propria anima attraverso le opere, così lo studente di arti marziali esprime e riscopre la propria interiorità attraverso la pratica di questa disciplina.

Le difficoltà esteriori e interiori che lo studente si trova ad affrontare durante lo studio hanno l’unico scopo di forgiare e irrobustire il suo carattere interiore, migliorando la sua forza di volontà e la determinazione con cui affronta la vita.

In ogni persona esiste un lato oscuro, dove si annidano paure e istinti negativi: lo scopo delle arti marziali è proprio quello di rinforzare le qualità positive dell’individuo necessarie per vincere il combattimento più difficile, quello che si svolge dentro di lui. La pratica di un’arte marziale permette quindi allo studente di confrontarsi con se stesso, scoprendo le proprie potenzialità e i propri limiti, e riuscendo in questo modo

ad accettarli con umiltà e comprensione al fine di superarli.

Che si tratti di stili esterni oppure interni, ciò che conta veramente, e che contraddistingue l’arte del wushu, è il fatto che essa rappresenta una disciplina completa, un’attività fisica che coinvolge l’intera struttura corporea, permettendo così il buon funzionamento di tutti i sistemi che compongono l’organismo umano.

In particolare, gli stili interni lavorano sul movimento dell’energia vitale dell’individuo, agendo specificatamente sulla sua circolazione interna, per garantirne il continuo e libero scorrimento del qi.

La pratica del wushu permette di esercitare un ottimo controllo sulla mente e sulle emozioni del praticante, garantendogli in questo modo una vita più serena e consapevole.

Gli insegnamenti della nostra Scuola sono basati sul metodo XiuZhenDao fondato sulle antiche basi filosofiche taoiste. Esso rappresenta una facile chiave interpretativa per accedere alle misteriose sorgenti da cui nascono le millenarie discipline orientali. Il termine Xiu Zhen Dao (修真道) letteralmente tradotto significa “La Via per

rinvenire l’Autentico”, principio primario per una corretta crescita interiore.

Il metodo ha come obbiettivo quello di mantenere inalterato nel tempo l’enorme bagaglio di conoscenze appartenente a queste filosofie, evitando gli inevitabili errori di interpretazione che spesso avvengono quando si tenta di portare in occidente l’antico pensiero orientale. La nascita del metodo avviene attraverso lo studio e l’adattamento, in chiave contemporanea, dei principi filosofici che sono alla base dell’essenza stessa della vita, identificata dai cinesi con il termine Tao (La Via).

Aumentando la consapevolezza dell’individuo nei confronti di se stesso e dell’ambiente che lo circonda, si tenta di migliorare la qualità della sua vita, indirizzandolo verso una maggiore comprensione dei principi fondamentali della vita come ad esempio la semplicità, l’umiltà, la pace interiore, la compassione e l’amore universale.

Il metodo Xiu Zhen Dao abbraccia diversi argomenti, occupandosi di tutti quegli aspetti inerenti al miglioramento della qualità della vita. Motivo per cui esso si suddivide in sette parti, ognuna delle quali si occupa di un determinato argomento. Questo metodo si rifà all’antico sistema utilizzato dai taoisti molti secoli fa, denominato Yangshengfa, ovvero “l’arte del nutrimento vitale”. Questo antico sistema fu ideato da maestri esperti, i quali consapevoli dell’importanza che riveste l’equilibrio energetico nell’uomo, si dedicarono a studiare e perfezionare dei sistemi in grado di mantenere e preservare il Qi della persona.

Lo scopo fondamentale di tale disciplina era appunto quello di continuare a mantenere attivo e costante il flusso del Qi, attraverso una serie di accorgimenti e svariate tecniche specifiche, come la respirazione terapeutica QiGong, l’alimentazione secondo la legge dei cinque elementi, gli esercizi di meditazione statica o dinamica, il TaijiQuan, e così via. Nella pratica dello Yangshengfa si è soliti dire che la salute si mantiene rispettando ed utilizzando il principio dell’albero dai sette rami Qi Shuzhi. Questo albero

immaginario della salute, possiede appunto sette rami, ognuno di essi raffigurante una tecnica per mantenere, manipolare e fortificare il Qi.

 

Il martedì e giovedì dalle 20,00 alle 22.

 

Download
corso wushu.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.2 MB